AMBITI DI INTERVENTO

Problemi relazionali nei diversi contesti:

-Coppia (Formazione della coppia, crisi pre-matrimoniale)

-Famiglia (Sostegno alla genitorialità, mediazione familiare, supporto alle coppie adottive, sostegno alla gravidanza, difficoltà di comunicazione, conflitti coniugali, separazioni e divorzio)

-Lavoro (mobbing, orientamento)

-Relazioni Sociali (difficoltà di inserimento sociale, isolamento, paura)

-Elaborazione del lutto

Disturbi d’Ansia:

-Disturbi di panico con e senza agorafobia

-Monofobie (zoofobie, acrofobia, claustrofobia, agorafobia, etc.)

-Fobie Generalizzate

-Paura di parlare in pubblico, Paura di arrossire, Paura di sudare eccessivamente

-Disturbo Post-Traumatico da Stress(Violenze, abusi, stalking)

-Insonnia

Disturbi Ossessivi-Compulsivi:

-Ossessioni

-Compulsioni

-Disturbi Somatoformi (Ipocondria, Dismorfofobia)

Disturbi Alimentari:

-Anoressia

-Bulimia

-Vomiting

-Binge Eating

-Obesità

Disturbi dell'umore:

-Depressione

-Disturbo bipolare

-Depressione post-partum

Dipendenze:

-Dipendenza da internet

-Dipendenza da sostanze

-Dipendenza da nicotina

-Dipendeza da gioco d'azzardo

Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza:

-Disturbo dal Deficit dell’Attenzione con Iperattività

-Disturbo Oppositivo Provocatorio

-Mutismo Selettivo

-Disturbo da Evitamento

-Ansia da Prestazione

-Fobia Scolare

-Disturbo da Isolamento

-Disagio scolastico

-Difficoltà comportamentali (enuresi notturna, aggressività)

Valutazione psicodiagnostica

-Test cognitivi

- Test di personalità

-Test proiettivi

- Orientamento

 

 

L'APPROCCIO SISTEMICO-RELAZIONALE

sostegno psicologico

Il clinico sistemico-relazionale  non considera chi soffre come un malato, ma come una persona impegnata come tutti nella difficile impresa esistenziale. Egli intende aiutare chi chiede aiuto a percorrere una crescita interiore per vivere in modo più libero e creativo.

La terapia sistemico-relazionale si concentra su quanto avviene nell’ ambito delle relazioni umane . Essa pone attenzione al complesso incrociarsi dell’esperienza soggettiva della persona e le relazioni interpersonali più significative della sua vita. Un’eventuale problematica non viene letta e trattata come caratteristica insita nell’individuo, ma come esito di esperienze relazionali.

È un approccio adatto alla famiglia, alla coppia e all'individuo. La famiglia e la coppia sono sistemi nei quali ritroviamo l'interconnessione tra i suoi membri, per cui il disagio psicologico di un componente costituisce un atto comunicativo e una sofferenza che coinvolge anche gli altri familiari. Il lavoro terapeutico sulla famiglia e sulla coppia ha quindi l'obiettivo di prendere in carico la sofferenza di tutto il gruppo familiare che sta intorno all'individuo portatore del sintomo, esplorare le problematiche relazionali e avviare processi di cura riattivando le risorse presenti nella famiglia. Anche la psicoterapia individuale può essere effettuata seguendo il modello sistemico-relazionale, in quanto ogni persona porta un insieme di vissuti, emozioni, regole di vita che scaturiscono dalla rete di relazioni nelle quali è cresciuta e dai ruoli che vi ha ricoperto. L' approccio sistemico-relazionale è particolarmente indicato nel caso di bambini ed adolescenti poichè considera la persona portatrice del malessere come parte del sistema in cui vive.

 

Share by: